Rifiuta

Usiamo i cookie per rendere possibile il corretto funzionamento di alcune funzioni. Utilizzando il nostro sito, accetti le nostre modalità di utilizzo dei cookie.

Lo scorso 8 settembre all’Umg Catanzaro si è svolto il convegno dal titolo “La presa in carico del paziente con lesioni cutanee. Etica, competenze e responsabilità professionale”, promosso dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Catanzaro presso l’Università Magna Grecia di Catanzaro.

L’iniziativa, i cui responsabili scientifici sono stati la dottoressa Concetta Genovese, la dottoressa Rosa Rita Zortea e il dottor Luca Torcasio, è risultata valida come corso Ecm per le figure professionali di infermiere e infermiere pediatrico, e ha dato diritto a 8 crediti nell’ambito del programma di educazione continua in medicina.

Il programma, che ha previsto l’apertura del convegno alle ore 8.30 con la presentazione della presidentessa OPI Catanzaro Concetta Genovese, ha visto protagonista la Presidentessa di Auxilia Iuris, Avv. Giovanna Marzo, sul tema della Legge n. 24/2017 Gelli-Bianco e i nuovi contenuti della prestazione di assistenza e cura del paziente e relative responsabilità.

Co-relatrice dell'Avv. Marzo, durante la prima sessione di lavoro, è stata la dottoressa Rosa Rita Zortea ("dal profilo professionale al riconoscimento delle competenze nell’ambito del wound care"). Dopo la pausa, è nuovamente intervenuta la Presidente di Auxilia Iuris con una relazione dal titolo "responsabilità civile nella mal practice, dalla valutazione del rischio alla pianificazione e documentazione dell’intervento infermieristico".

La sessione pomeridiana ha previsto lo sviluppo di diversi argomenti: la presa in carico del paziente con lesione e la definizione di Progetto Assistenziale Individuale (dottoressa Rosa Rita Zortea); la valutazione clinica della lesione (dottor Miro Sollazzo); la valutazione dei fattori di rischio skin tears (dottor Nicola Ielapi); il razionale utilizzo delle nuove tecnologie (dottoressa Antonella Aiello); la realtà territoriale locale dei pazienti portatori di lesioni cutanee (dottoressa Elisabetta Lercara); le lesioni da decubito, responsabilità inferieristica (dottor Luca Torcasio). 

 

Ecco alcune immagini dell'evento